Canale Spotify e YouTube

Durante il periodo di quarantena ho pensato che potesse essere interessante provare a fare comunità, “mettendo in comune” pensieri, idee, riflessioni in uno spazio virtuale su Spotify (https://open.spotify.com/show/0it6UNQnnpJJ28iRggv5wJ) e Youtube (https://www.youtube.com/channel/UCiIAdo3Zj2NC9sZugVFdA6Q/videos?view_as=subscriber). 
In che modo? Dialogando con professionisti che lavorano nel sociale: dagli insegnanti agli infermieri, dagli psicologi ai medici e via dicendo. In molti si chiedono cosa abbia a che fare questo argomento con la psicologia. Io credo che per trattare nel migliore dei modi argomenti complessi quali “come affrontare la depressione”, o “come gestire ansia e attacchi di panico”, sia necessario approfondire il contesto sociale e ambientale in cui emergono. 
Ritengo che per prendersi cura a livello psicologico della persona, così come del gruppo, occorra un approccio multidimensionale che integri la psicologia con gli altri saperi delle scienze umane e sociali: la pedagogia, l’antropologia, l’ecologia, l’economia, la storia della letteratura, il significato psicologico delle fiabe… durante la mia formazione ho toccato con mano che un approccio di questo tipo cura realmente e funziona.