In immagine Pearl, Vladimir Kush

 La perla è la conseguenza di un’ostrica ferita da un granello di sabbia che è entrato al suo interno. Un’ostrica che non è stata ferita non può produrre perle. 

                                             

Il mio approccio

Perché lo psicologo?
Ho trasformato la mia passione nel mio lavoro e questo si fonda sull’idea che ognuno di noi abbia un progetto esistenziale, che non deve necessariamente esprimersi attraverso la dimensione lavorativa, un desiderio che spesso, a causa di ostacoli e sfide, perdiamo di vista, ma di cui non dobbiamo mai dimenticarci: attraverso il viaggio alla scoperta di se stessi si potrà realizzare il "germe di vita che si è" (C.G. Jung).
Lo psicologo è un professionista sanitario che si occupa di interventi per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e il sostegno in ambito psicologico rivolti alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità.
Nello svolgimento della propria attività professionale, lo psicologo deve attenersi al Codice Deontologico, rispettando la libertà di scelta, la riservatezza e la dignità di chi si avvale dei suoi servizi.
Nel suo lavoro lo psicologo utilizza specifici strumenti, come il colloquio clinico e i test, non solo per approfondire il disagio e giungere ad una sua comprensione, ma anche per favorire il percorso di crescita e l’espressione della parte migliore di sé.
Frank Gehry, celebre architetto, riconosce al suo terapeuta parte del merito per il suo processo di trasformazione che l’ha condotto alla creazione del Museo Peggy Guggenheim di Bilbao.
 
“Molti pensano che sia stato io a fare di Frank un grande architetto, è un'assurdità, non sono io che l'ho reso famoso, se mai il contrario. Tant'è vero che quando Frank è diventato una celebrità, molti architetti mi hanno chiesto di diventare miei pazienti, ma ho sempre rifiutato, perché sapevo perfettamente che non potevo fare di loro altrettanti Frank Gehry. Io, come terapeuta, posso aprire la diga, ma se non c'è acqua…”
(Dr. Milton Wexler, terapeuta di Frank Gehry, in Sketches of Frank Gehry - S. Pollack, 2005)

Per rivolgersi ad uno psicologo non è necessario soffrire di un disagio o di un malessere, ma è sufficiente voler comprendere alcune parti di sé, ricercare un cambiamento o sviluppare il proprio potenziale creativo e realizzativo.
​​Il percorso di ognuno di noi è unico ed irripetibile, quindi unico ed irripetibile dovrà essere anche il modo in cui lo psicologo entra in relazione con ogni singola persona e la sua complessità.
"Possiamo lavorare e applicarci a ogni campo, ma l’opera di cui siamo i grandi artisti, i veri maestri, è la nostra individualità, e per conseguirla dobbiamo raggiungere la nostra dimensione più profonda".
(Aldo Carotenuto, Amare Tradire)